Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

DONAZIONI

Donare all'Associazione Giovanni Paolo II significa aiutarci a realizzare il nostro progetto e i nostri sogni. CLICCA SUL PULSANTE ARANCIONE QUI SOTTO "DONAZIONE"

Se desideri istruzioni o metodi di donazione alternativi fai clic QUI.

 

Grazie

Sicuro con PayPal

Tesseramento 2018

È iniziato il tesseramento 2018, clicca QUI e scopri come diventare socio della nostra Associazione Giovanni Paolo II!

Calendario 2019

È possibile prenotare il Calendario 2019 dell'associazione " Giovanni Paolo II Onlus"!

CLICCA QUI PER INFORMAZIONI

Queste immagini figurano le rappresentazioni presenti sulle vetrate della "Chiesa della Divina Misericordia" a Bettola (PC)

San Giovanni Paolo II

San Giovanni Paolo II

Suor Faustina Kowalska

San Padre Pio

Beata Madre Speranza

Statua

San Giovanni Paolo II

Donare all'Associazione Giovanni Paolo II significa aiutarci a realizzare il nostro progetto e i nostri sogni. CLICCA SUL PULSANTE ARANCIONE QUI SOTTO "DONAZIONE"

Sicuro con PayPal

Consiglia questa pagina su:

Link utili:

Statistiche

Preghiere al Sacro Cuore di Gesù

CORONCINA AL SACRO CUORE DI GESÙ

 

1.

 

O mio Gesù, che hai detto: “In verità vi dico, chiedete ed otterrete, cercate e troverete, picchiate e vi sarà aperto!, ecco che io picchio, io cerco, io chiedo la grazia…..

 

Padre nostro

Ave Maria

Gloria

 

Sacro Cuore di Gesù, confido e spero in te.

 

2.

 

O mio Gesù, che hai detto: “In verità vi dico, qualunque cosa chiederete al Padre mio nel mio nome, Egli ve la concederà!”, ecco che al Padre tuo, nel tuo nome, io chiedo la grazia….

 

Padre nostro

Ave Maria

Gloria

 

Sacro Cuore di Gesù, confido e spero in te.

 

3.

 

O mio Gesù, che hai detto: “In verità vi dico, passeranno il cielo e la terra, ma le mie parole mai!”, ecco che, appoggiato all’infallibilità delle tue sante parole, io chiedo la grazia…

 

Padre nostro

Ave Maria

Gloria

 

Sacro Cuore di Gesù, confido e spero in te.

 

 

Conclusione

 

O Sacro Cuore di Gesù, cui è impossibile non avere compassione degli infelici, abbi pietà di noi miseri peccatori, ed accordaci le grazie che ti domandiamo per mezzo dell’Immacolato Cuore di Maria, tua e nostra tenera Madre.

San Giuseppe, padre putativo del S.Cuore di Gesù, prega per noi

 

Salve o Regina

ROSARIO DEL SACRO CUORE DI GESU’

 

 MISTERI DELLA PASSIONE

 

 

Primo mistero: il Cuore di Gesù nell’agonia del Getsèmani

Allora Gesù andò con loro in un podere, chiamato Getsèmani, e disse ai discepoli: “Sedetevi qui, mentre io vado là a pregare”. E presi con sé Pietro e i due figli di Zebedeo, cominciò a provare tristezza e angoscia. Disse loro: “la mia anima è triste fino alla morte; restate qui e vegliate con me”. E avanzatosi un poco, si prostrò con la faccia a terra e pregava dicendo: “Padre mio, se è possibile, passi da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu!”. (Mt. 26, 36-39)

Riflessione     

Il mistero dell’agonia è in modo particolare il patrimonio degli amici del Cuore di Gesù. ci è cara soprattutto la passione interiore del suo Cuore. la ritroviamo interamente nel giardino del Getsèmani. L’agonia è il mistero centrale: tutti i frutti, tutte le grazie della passione vengono da essa. È li che Nostro Signore ha voluto accettare e offrire al Padre tutte le sue sofferenze per nostro amore. Questo Cuore divino ha voluto amarci a tal punto da subire tutte le angosce della tristezza, della paura e del tormento attraverso uno stato di desolazione interiore senza confronti: è stata una lotta mortale fra la sua santità e questa responsabilità che accettava per nostro amore (p.Dehon, O.Sp. 11, p.311)

Invocazione

Cuore di Gesù, propiziazione dei nostri peccati, abbi pietà di noi

 

Secondo mistero: il Cuore di Gesù schiacciato per le nostre iniquità

Spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto e, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra; poi mentre gli si inginocchiavano davanti, lo schernivano: "Salve, re dei Giudei!". E sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. Dopo averlo così schernito, lo spogliarono del mantello, gli fecero indossare i suoi vestiti e lo portarono via per crocifiggerlo. (Mt27, 28-31).

Riflessione

La passione è il capolavoro dell'amore del Cuore di Cristo. Nei misteri della passione, egli è veramente il libro scritto di dentro e di fuori. Quali sono le parole che noi vi leggiamo? Una sola: Amore. I flagelli, le spine, i chiodi, hanno scritto questa parola a caratteri di sangue nella sua carne. Non accontentiamoci della meditazione esterna. Se penetreremo fino al cuore, vedremo una meraviglia ancor maggiore: l'amore inestinguibile di Gesù che considera un nulla la propria sofferenza e si dona senza stancarsi mai. Dove riconosciamo il Cuore di Cristo con maggior evidenza se non nella passione? Se non lo scorgiamo o se lo vediamo solo superficialmente, trarremo ben poco profitto e renderemo ben poca gloria a Dio. (p. Dehon, 0. Sp. II, p. 305).

Invocazione

Cuore di Gesù, straziato dalle nostre colpe, abbi pietà di noi

 

Terzo mistero: il Cuore di Gesù tradito dagli amici e abbandonato dal Padre

In quello stesso momento Gesù disse alla folla: "Siete usciti come contro un brigante, con spade e bastoni, per catturarmi. Ogni giorno stavo seduto nel tempio ad insegnare, e non mi avete arrestato. Ma tutto questo è avvenuto perché si adempissero le Scritture dei profeti". Allora tutti i discepoli, abbandonatolo, fuggirono.

Da mezzogiorno fino alle tre del pomeriggio si fece buio su tutta la terra. Verso le tre, Gesù gridò a gran voce: "Elì, Elì, lemà sabactàni?", che significa: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? " . (Mt 26, 55-56; 27, 45-46).

Riflessione

Innalzato sulla croce, Gesù non vedeva davanti a sé che nemici; non udiva che maledizioni e bestemmie. Tutti avevano paura e si nascondevano; non comprendevano il grande mistero della croce.

Durante la lunga e dolorosa agonia, Gesù gridò: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? Parole che ci meravigliano e nascondono un mistero. Il doloroso lamento del salmo 22 è la descrizione fedele dei sentimenti di Gesù durante la passione: "Il mio cuore è come cera, si fonde in mezzo alle mie viscere. È arido come un coccio il mio palato, la mia lingua si è incollata alla gola, su polvere di morte mi hai deposto" . (p. Dehon, O. Sp. 11, pp. 361-362.370).

Invocazione

Cuore di Gesù, obbediente fino alla morte, abbi pietà di noi.

 

Quarto mistero: il Cuore di Gesù trafitto dalla lancia

Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe al primo e poi all’altro che era stato crocifisso insieme a lui. Venuti però da Gesù e vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati gli aprì il fianco con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua. Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera ed egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: non gli sarà spezzato alcun osso. E un altro passo della Scrittura dice ancora: volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto. (Gv 19, 32-37)

Riflessione

L'apertura del Cuore di Gesù è il mistero dei misteri, il fondamento di tutti gli altri, il mistero dell'amore che era stato intravisto nelle età più antiche, ma che è stato rivelato pienamente per noi. Questo atto riassume tutta la vita di Gesù, i misteri della sua incarnazione, quelli della passione e anche i misteri della gloria e dell'eucaristia. È il mistero che sorpassa tutti gli altri perché tutti li contiene. Cosa sarebbe l'oblazione del Salvatore, la sua vita, la sua immolazione sulla croce, la sua stessa morte, se non traes-sero la loro linfa dal Cuore di Gesù? Ecco il grande mistero dell'amore, la sorgente e il canale di tutte le grazie, l'immolazione realizzata. (p. Dehon, O. Sp. 11, pp. 379-380).

Invocazioni

Cuore di Gesù trafitto dalla lancia, abbi pietà di noi.

 

Quinto mistero: il Cuore di Gesù nella risurrezione

La sera dello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse: " Pace a voi! ". Detto questo mostrò loro le mani e il costato ... Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Didimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dissero alloragli altri discepoli: "Abbiamo visto il Signore". Ma egli disse loro: "Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il dito nel posto dei chiodi e non metto la mia mano nel suo costato, non crederò". Otto giorni dopo venne Gesù ... e disse a Tommaso: "Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente". Rispose Tommaso: "Mio Signore e mio Dio!" . (Gv 20, 19-28).

Riflessione

Nostro Signore ha fretta di manifestare la ferita del suo costato fin dalla prima appari-zione: è un segno della devozione al Cuore di Gesù che si svilupperà nel futuro. Di là hanno origine le sue prime grazie. Il Cristo è ora nel santuario del cielo per essere sacerdote davanti al Padre e offrire se stesso in nostro favore (cf. Eb 9, 24-26). È lì col suo corpo immolato e segnato dalle stigmate. Le sue ferite sono un grido eloquente con cui sostiene vittoriosamente la causa dei peccatori. II suo sangue intercede per noi in maniera più efficace di quello di Abele (cf. Eb 12, 24). Gettiamoci ai piedi di Gesù come Tommaso. Riconosciamo la durezza del nostro cuore: grazie, Signore Gesù, di averci donato il tuo Cuore appena sei risorto. Noi crediamo al tuo amore e ai tuoi disegni di misericordia. (p. Dehon, O. Sp. 11, pp. 385. 388. 393)

Invocazione

Cuore di Gesù, fonte di vita e di santità, abbi pietà di noi.

 

 

 

Preghiamo

Padre, che con la risurrezione hai costituito il Cristo Gesù unico mediatore di salvezza, manda su di noi il tuo santo Spirito che purifichi i nostri cuori e ci trasformi in sacrificio a te gradito; nella gioia di una vita nuova loderemo sempre il tuo nome e saremo strumenti del tuo amore per i fratelli. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

 

Litanie al Sacro Cuore di Gesù

 

Signore, pietà

                                            Signore, pietà

Cristo, pietà

                                            Cristo, pietà

Signore, pietà                    

                                            Signore, pietà

Cristo, ascoltaci

                                            Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici

                                            Cristo, esaudiscici

Padre celeste, Dio

                                            Abbi pietà di noi

Figlio redentore del mondo, Dio          

Spirito Santo, Dio

Santa Trinità, unico Dio     

Cuore di Gesù, figlio dell’Eterno Padre

Cuore di Gesù, formato dallo Spirito Santo nel seno della Vergine Maria

Cuore di Gesù, sostanzialmente unito al Verbo di Dio

Cuore di Gesù, maestà infinita

Cuore di Gesù, tempio santo di Dio

Cuore di Gesù, tabernacolo dell’Altissimo

Cuore di Gesù, casa di Dio e porta del cielo

Cuore di Gesù, fornace ardente di amore

Cuore di Gesù, fonte di giustizia e di carità

Cuore di Gesù, colmo di bontà e di amore

Cuore di Gesù, abisso di ogni virtù

Cuore di Gesù, degnissimo di ogni lode

Cuore di Gesù, re e centro di tutti i cuori

Cuore di Gesù, in cui si trovano tutti i tesori di sapienza e di scienza

Cuore di Gesù, in cui abita tutta la pienezza della divinità

Cuore di Gesù, in cui il Padre si compiacque

Cuore di Gesù, dalla cui pienezza noi tutti abbiamo ricevuto

Cuore di Gesù, desiderio della patria eterna

Cuore di Gesù, paziente e misericordioso

Cuore di Gesù, generoso verso tutti quelli che ti invocano

Cuore di Gesù, fonte di vita e di santità

Cuore di Gesù, ricolmato di oltraggi

Cuore di Gesù, propiziazione per i nostri peccati

Cuore di Gesù, annientato dalle nostre colpe

Cuore di Gesù, obbediente fino alla morte

Cuore di Gesù, trafitto dalla lancia

Cuore di Gesù, fonte di ogni consolazione

Cuore di Gesù, vita e risurrezione nostra

Cuore di Gesù, pace e riconciliazione nostra

Cuore di Gesù, vittima per i peccati

Cuore di Gesù, salvezza per chi spera in te

Cuore di Gesù, speranza per chi muore

Cuore di Gesù, gioia di tutti i santi

 

 

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,

                                                                                                                  perdonaci o Signore

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,

                                                                                                                  ascoltaci o Signore

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo,

                                                                                                                  abbi pietà di noi

Cuore di Gesù, che bruci di amore per noi,

 

         infiamma il cuore nostro di amore per te

 

Preghiamo:

 

O Padre, che nel Cuore del tuo dilettissimo Figlio ci dai la gioia di celebrare le grandi opere del tuo Amore per noi, fa che da questa fonte inesauribile attingiamo l’abbondanza dei tuoi doni.

Per Cristo nostro Signore. Amen

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© ASSOCIAZIONE GIOVANNI PAOLO SECONDO ONLUS Via Mafalda di Savoia 1 22063 Cantù Codice Fiscale: 03417720137 (*) Alcune immagini potrebbero essere non conformi alle originali per motivi di privacy.